COSA ACCADRA’ E COSA FARE

Mancano 100 giorni circa all’incrocio di scadenze sistemiche e non rinviabili, pena un innalzamento dello spread mai stato così clemente verso il debito della Repubblica ed un inasprimento delle condizioni per la concessione del MES da parte dell’Unione Europea : scenario non sopportabile dalle finanze statali e dai bilanci delle banche, tra le maggiori finanziatrici del debito pubblico. E’ inderogabile prepararsi subito.

COSA ACCADRA’ 

31/12/2020 tutte le banche avviano le segnalazioni di default per privati ed imprese a partire da 500,00 euro

31/01/2021 termine delle moratorie bancarie concesse dal governo per l’emergenza COVID 19

28/02/2021 avvio delle cessioni di crediti NPL con e senza GACS derivanti dal termine delle moratorie

01/03/2021 avvio di migrazioni operative e affidamenti di migliaia di filiali ex UBI in Banca Intesa e BPER

05/04/2021 prima rilevazione in Centrale Rischi Banca d’Italia delle segnalazioni di insoluto ed impagato

30/04/2021 chiusura bilanci delle Banche con probabili maxi accantonamenti prudenziali bilanci 2022.

 

Per continuare a produrre, commerciare, ricercare e sviluppare serve credito, che sia concesso da banche investitori o fornitori bisogna sempre dimostrare fondamentali solidi ed equilibrati, ma soprattutto la capacità di rimborsare i propri impegni alle scadenze pattuite.

COSA FARE

Queste tre regole base valgono per le piccole attività esattamente come per tutte le imprese :

1 Documenti aggiornati e precisi, non possono mai mancare :

  • Centrale Rischi Banca d’Italia aggiornata mensilmente
  • Bilancio annuale con rendiconto finanziario ed indici OCRI, situazioni trimestrali aggiornate
  • Budget di cassa annuale aggiornato mensilmente con DSCR progressivo
  • Business plan almeno triennale aggiornato

2  Conoscere i numeri della propria impresa

E’ necessario per l’imprenditore conoscere i numeri principali espressi nei documenti, verificare con il personale ed i professionisti che li hanno redatti a quali fattori della produzione appartengono e  cosa rappresentano : dalle risorse umane al costo della materia prima, dagli oneri finanziari alle imposte.

3 Sapere descrivere l’attività dell’impresa rappresentata dai numeri nei documenti

Il Business Design o Business Model Canvas è un metodo per fare comprendere  l’attività dell’impresa e dell’imprenditore, in particolare spiegare quali sono i fattori chiave che hanno dato finora la capacità di realizzazione e che possono garantire la continuità e lo sviluppo è fondamentale  per convincere a concedere il credito.

Crexpert ha iniziato un nuovo percorso grazie alla preziosa esperienza delle sue persone ed alla efficacia dei propri strumenti, a breve riceverai un invito per conoscere quale sarà la prima tappa.

Un Gruppo di imprese e competenze al vostro servizio.

Vuoi rimanere aggiornato? Iscriviti alla nostra newsletter!

Non riceverai spam o mail non pertinenti, promesso.